Seguici su Facebook
CONSULENZA INVESTIMENTI ESTERO

  • Determinazione del tuo profilo di rischio
  • Consulenza finanziaria
  • Consulenza fiscale
  • Consulenza legale

Immobiliare il Torrazzo attraverso la collaborazione con UBH Real Estate si avvale di un servizio di consulenza immobiliare internazionale, rivoluzionario nel settore, studiato su misura per i Clienti che desiderano investire in immobili all'estero.

Il sistema consulenziale di UBH RE è assolutamente innovativo ed esclusivo, nato da anni di esperienza e da una conoscenza profonda del settore, che offre in primis, una consulenza senza impegno per portare a conoscenza del Cliente i vantaggi derivanti dall'investimento immobiliare all'estero. Segue un'ulteriore consulenza personalizzata dove vengono proposti gli investimenti più idonei, grazie al profilo di rischio personalizzato del cliente e, laddove richiesto, segue il cliente nell'acquisto dell'immobile selezionato. La consulenza per investimento all'estero si rivolge a clienti che vogliono investire il loro patrimonio acquistando immobili, creando: - sicurezza al patrimonio - elevato reddito - crescita del capitale.

Grazie al club BFly possiamo offrire ai ns. clienti un pool di esperti nel campo immobiliare, finanziario, legale e fiscale che sono in grado di offrire un servizio completo e su misura, fornendo tutte le informazioni necessarie per effettuare il miglior investimento studiato per le singole esigenze e peculiarità (patrimonio da investire, propensione al rischio, visione a breve, medio e lungo termine).





Articolo tratto da "Monitor Immobiliare" in data 08/11/2013


Umberto Botti riparte dalla consulenza sui mercati internazionali

Torna in scena Umberto Botti, fondatore della rete di agenzie immobiliari a marchio Professionecasa e protagonista a metà degli anni Duemila dell'ascesa del sistema franchising nell'intermediazione di immobili sul mercato italiano, allora in pieno boom.

La nuova iniziativa messa i campo dal manager è legata alla consulenza, sempre nel segmento residenziale, dove vanta un'esperienza quasi trentennale, ma mirata agli investitori italiani che puntano sui mercati esteri.

Tempo dunque di cambiare modello di business per chi come Botti ha voltato pagina e considera la formula dei network di agenzie sul viale del tramonto: “ha creato lavoro per tanti giovani – ricorda - e ha dato una spinta al cambiamento in una lobby ristretta di pochi mediatori.

Poi ci si è fatti prendere la mano: la continua ricerca di “fare numeri” ha snaturato l’idea iniziale e ha portato sul mercato migliaia di figure poco preparate, talvolta con pochi scrupoli, che hanno fatto terra bruciata”.

“I cinque anni di grande crisi partita nel 2008 hanno distrutto il sistema delle reti – aggiunge - oggi depotenziato del 50% dei numeri: il marchio delle reti non dà più vantaggio competitivo, il contenzioso tra franchisor e franchisee è salito ad oltre il 50% , quando negli anni di mercato dinamico non andava oltre il 5% per le reti virtuose e non oltre il 20% per quelle meno virtuose.

Stiamo insomma pagando gli errori che il nostro settore, ora è tempo di ricominciare dalle fondamenta”.

Come? “La mia mission è ora creare valore agli investimenti dei clienti – spiega - partendo dalla compilazione di un profilo per poterne comprendere a fondo esigenze e propensione al rischio.

In collaborazione con Ubh Re monitoriamo il mercato internazionale per valutare altre opportunità”.

Secondo Botti la lista dei Paesi su cui puntare parte da mete classiche come Londra e New York, "dove le rendite non sono elevatissime ma sicure”.

A Londra le zone sono Chelsea, Belgravia, Mayfair, South Kensighton e Knightsbridge.

A New York gli investimenti migliori si fanno a Tribeca e nel Finacial Disctrict.

Restando sempre negli Stati Uniti “non abbiamo preso in considerazione Miami - precisa - perché soggetta ad una volatilità pazzesca: durante la crisi quando New York perdeva in termini di quotazioni il 10%, la città della Florida perdeva oltre il doppio.
In alternativa, consigliamo Berlino Est: i prezzi degli immobili in vendita sono ancora bassi rispetto a Milano, Roma e le altre capitali europee.

E’ una città con 4 milioni di abitanti, ma solo il 15 % è proprietario di una casa.

E’ una città universitaria, creativa, di tendenza.

Con un investimento di 250 mila euro si può comprare un appartamento in zona Mitte con una rendita annua del 5%”.

Esistono poi realtà poco conosciute, ma in ascesa dal punto di vista della crescita industriale, come il Nord-Est del Brasile, nella regione del Cereà, con capitale Fortaleza.

“Qui la nostra indicazione - conclude - è acquistare un paio di lotti di terreno già urbanizzati, con un investimento da 30 a 50mila euro a lotto da rivendere poi nel medio breve termine.

Lo consigliamo ad investitori che abbiano una percentuale del loro patrimonio da destinare ad operazioni che noi definiamo 'a rischio', ma che allo stesso tempo possono dare altissime rivalutazioni del capitale investito in tempi brevi”.


IMMOBILIARE IL TORRAZZO    ::    Viale Po, 1 - Cremona    ::    P.IVA 01484240195 Cookie Policy    |    Privacy Policy    |    Credits